Cessazione Mercato Tutelato Gas e Luce: attenzione ai raggiri

La scorsa settimana ho avuto modo di vivere in prima persona un episodio molto particolare, da cui ho tratto uno spunto di riflessione, che voglio condividere qui con Voi.

Al citofono della mia abitazione si è presentata una persona, qualificatasi come appartenente ad una compagnia elettrica e del gas, la quale, con un modo di parlare deciso, mi ha bruscamente “rimbrottata” perché, a suo dire, “è da un anno che deve dare comunicazione di conferma dell’operatore LUCE/GAS, come scritto nell’ultima pagina delle bollette, o fare il cambio di operatore, è in ritardo, deve fare in fretta!” e mi ha allungato il foglio di sottoscrizione di un nuovo contratto …

Dopo averlo gentilmente allontanato, ho riflettuto su alcune tecniche commerciali, a mio parere quantomeno aggressive, che sembrano volte a terrorizzare il consumatore sulla necessità di fare presto a decidere, a confermare o a cambiare; mi pare che si giochi molto sul fatto che non tutti hanno la possibilità di informarsi e, così, sapersi difendere da eventuali pressioni indebite e distorte rappresentazioni della realtà.

Mi è sembrato opportuno, quindi, redigere questo breve articolo, al fine di fare chiarezza su alcuni punti fondamentali:

  1. la necessità di confermare il proprio attuale operatore commerciale o di comunicare il passaggio a nuovo operatore per i servizi luce/gas  riguarda solo i titolari di contratti a regime di maggior tutela (cd. mercato tutelato), NON i titolari di contratti a libero mercato; tornando, per un momento, al caso occorsomi, il soggetto di cui sopra non solo non sapeva a chi fosse intestato il  contratto di energia elettrica e gas dell’abitazione né (concedendo il beneficio del dubbio) che si trattasse di un contratto a libero mercato (questo, molto probabilmente, è anche uno dei motivi per cui sul retro delle bollette non c’era alcun invito a confermare o cambiare operatore commerciale…);
  2. l’abolizione del mercato di maggior tutela (con la necessità di passare al mercato libero), inizialmente prevista dal 1/7/2019, decorrerà solo dal 1/7/2020 in seguito all’approvazione della Legge di conversione del decreto legge n. 91/2018 (c.d. Milleproroghe) – Legge 108 del 21 settembre 2018. … (quindi, anche avessi avuto un contratto a regime di maggior tutela, non sarei affatto in ritardo nell’esercitare la mia scelta)..

In conclusione, cari utenti LUCE / GAS in mercato di maggior tutela, sappiate che avete tempo per valutare bene la scelta da fare, confrontando le varie proposte e facendo delle scelte consapevoli in linea con il Vs. utilizzo e i Vs.bisogni.

Daniela Messina – Avvocato

Share

1 pensiero su “Cessazione Mercato Tutelato Gas e Luce: attenzione ai raggiri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *